Il Pellegrini: “Sesto, non fornicare”

Dice il Pellegrini:

“Scrivo per ricordare, parola che contiene il vocabolo cuore, dal latino cor,cordis, ridare al cuore. Così ridò al mio cuore tutte le persone e le cose che ho amato. E scrivo anche per ricordare a chi ci seguirà perché non vada perduta la memoria di quelli che sono venuti prima di noi, quella civiltà contadina che sembra scomparsa.

I miei ricordi sono localizzati nel mondo contadino toscano, dove il serio e il faceto vanno a braccetto ed anche le tragedie vengono rivestite di comicità e ne viene sottolineato l’aspetto grottesco forse per renderle meno dolorose e accettabili.”

Testo e voce di Giovanni Pellegrini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.